Ubbidienza simplice

 

Teme u Signore, u vostru Diu,
è mantene, per tutti i ghjorni di a vostra vita,
tutti i so statuti è i so cumandamenti chì vi mandatu,
è cusì avè una longa vita.
Ascolta dunque, Israele, è stai attentu à osservàli,
affinchì tu crescia e prusperi di più,
in cunfurmità cù a prumessa di u Signore, u Diu di i vostri babbi,
per dà una terra chì scorri di latte è di meli.

(Prima lettura, 31 d'ottobre di u 2021)

 

IMAGINA s'è vo site invitatu à scuntrà u vostru artista preferitu o forse un capu di statu. Puderete purtari qualcosa di bellu, riparate i vostri capelli ghjustu è esse u vostru cumpurtamentu più cortese.

Questa hè una maghjina di ciò chì significa "temà u Signore". Ùn hè micca esse A paura di Diu, cum'è s'ellu era un tiranu. Piuttostu, sta "paura" - un rigalu di u Spìritu Santu - hè ricunnosce chì Qualchissia ancu più grande di una stella di film o di musica hè in a vostra presenza: Diu, u Creatore di u celu è a terra hè cun mè avà, accantu à mè, intornu à mè. , sempre quì. È perchè m'hà amatu tantu da more nantu à a Croce, ùn vogliu micca fà male o offendelu in u minimu. I Titre, per esse, u pensamentu di ferisce ellu. Piuttostu, vogliu amassi torna, u megliu chì possu.

A cuntrariu di u Sun, a Luna è e stelle chì ubbidiscenu u so cursu meccanicu; à u cuntrariu di i pesci, mammiferi è criaturi di ogni manera chì seguitanu stintu, micca cusì cù l'omu. Diu ci hà criatu à a so maghjina cù a capacità di sparte in a so natura divina, è postu ch'ellu hè Amore stessu, l'ordine chì l'omu deve seguità hè u ordine d'amore. 

"Quale hè u primu di tutti i cumandamenti?" 
Ghjesù rispose: "U primu hè questu: Ascolta, o Israele!
U Signore u nostru Diu hè u Signore solu!
Amarà u Signore u vostru Diu cù tuttu u vostru core,
cù tutta a to ànima, 
cu tutta a to mente,
è cù tutte e vostre forze.
U sicondu hè questu:
Amarà u vostru vicinu cum'è sè stessu. (Vangelu, 31 d'ottobre di u 2021)

Tuttu u pianu di Diu, cum'è aghju scrittu recentemente in U misteru di u Regnu di Diuhè di ristabilisce l'omu à u so ordine propiu in a creazione, vale à dì, di ristaurallu in a Voluntà Divina, chì hè l'intersezzione infinita di a cumunione trà l'omu è u so Creatore. Et comme Jésus le déclare sans détour à la Servante de Dieu Luisa Piccarreta :

E generazioni ùn finiranu micca finu à chì a mo Voluntà regna nantu à a terra. - Ghjesù à Luisa, Volume 12, U 22 di frivaghju di u 1991

Allora, cumu avemu da preparà per sta "ristaurazione", cum'è l'anu dettu i Papi Pie X è XI ?[1] A risposta deve esse evidenti. Cumincià cù semplice ubbidienza. 

Se mi amate, vi guardà i mo cumandamenti ... Quale chì ùn mi ama micca ùn guarda micca e mo parolle ... Vi aghju dettu questu per chì a mo gioia sia in voi è a vostra gioia sia cumpleta. Questu hè u mo cumandamentu: amate l'un l'altru cum'è ti amu. (Ghjuvanni 14:15, 14, 15:11-12)

Vulete sapè perchè parechji di noi ùn sò micca allegri, perchè tanti in a Chjesa sò infelici è ancu miserabili ? Hè perchè ùn guardemu micca i cumandamenti di Ghjesù. "Bè, sia ancu u più chjucu, hè u puntu luminosu di l'omu", Ghjesù dice à Luisa. "Cum'è ellu face u bè, passa una trasfurmazioni celeste, angelica è divina". In listessu modu, quandu facemu ancu u più chjucu male, hè u "puntu neru di l'omu" chì li face sottumessu a "trasformazione brutale".[2] Sapemu chì questu hè veru! Qualcosa in i nostri cori si scurisce quandu avemu cumprumissu, quandu ci mette davanti à l'altri, quandu ignurà deliberatamente a nostra cuscenza. È dopu, ci lagnemu quandu preghemu chì Diu ùn ci sente micca. A Madonna spiega perchè:

Ci sò tante anime chì si trovanu piene di passioni, debuli, afflitte, disgraziate è disgraziate. E ancu s'elli pricanu è pricanu, ùn ottenenu nunda perchè ùn facenu micca ciò chì u mo Figliolu li dumanda - u celu, pare, ùn hè micca rispunsevule à e so preghiere. È questu hè una causa di dulore per a vostra mamma, perchè vecu chì, mentre pricanu, si alluntananu assai da a fonte chì cuntene tutte e benedizioni, vale à dì a Vuluntà di u mo Figliolu. — à la servante de Dieu Luisa Piccarreta, A Vergine Maria in u Regnu di a Divina VolontàMeditazione 6, p. 278 (279 in versione stampata)

Ghjesù aghjusta chì ancu i Sacramenti stessi diventanu inefficace quandu una anima resiste à a Voluntà di Diu.[3] 

... i Sacramenti stessi pruduceranu frutti secondu cumu l'ànima sò sottumessi à a mo Voluntà. Producenu effetti secondu a cunnessione chì l'ànime anu cù u mo Voli. È s'ellu ùn ci hè micca un ligame cù a mo Voluntà, puderanu riceve a Cumunione, ma fermanu nantu à u stomacu viotu; puderanu andà à a Cunfessione, ma fermanu sempre brutta; Puderanu vene davanti à a mo Presenza Sacramentale, ma s'è a nostra vulintà ùn si scontra micca, seraghju cum'è mortu per elli, perchè a mo Voluntà pruduce tutti i beni è dà a vita ancu à i Sacramenti solu in l'ànima chì si sottumette à ella.  - Ghjesù à Luisa, Volume 11, Settembre 25th, 1913

... se ci hè qualchissia altru in un core cusì, ùn possu sopportallu è lasciu prestu quellu core, pigliendu cun mè tutti i doni è e grazie chì aghju preparatu per l'anima. È l'ànima ùn s'adduna mancu di a mo andatura. Dopu qualchì tempu, u vacu interiore è a scuntentezza ghjunghjeranu à l'attenzione di [l'anima]. —Jesus à Santa Faustina, Misericordia Divina in A Mi Anima, Ghjurnale, n. 1638

Ghjesù cunclude à Luisa: "Quelli chì ùn capiscenu micca questu sò i zitelli in religione". Sì cusì, hè u tempu per noi di cresce! In fatti, cum'è i nostri genitori spessu dicenu à certi di noi, cresce fast. Perchè Diu hè sifting, Ellu prepara un Populu chì serà quella Sposa chì purtarà à rializà e Scritture è diventerà u centru di u Trionfu di u Cori Immaculatu. S'ellu simu parte di l'Era di a Pace o micca, ùn hè micca u puntu; ancu quelli di noi chjamati à u martiriu, s'è no amuri u Signore cù tuttu u nostru cori, solu aumentà a nostra gioia in eternità.

Ubbidienza simplice. Ùn trascuremu più sta verità basica chì hè a chjave per a gioia vera è durabile in u Signore.

Figlioli mei, vulete esse santu ? Fate a vuluntà di u mo Figliolu. Se ùn ricusate micca ciò ch'ellu vi dice, pussederete a so similitudine è a santità. Vulete cunquistà tutti i mali? Fate ciò chì u mo Figliolu vi dice. Vulete ottene una grazia, ancu una chì hè difficiule di ottene? Fate tuttu ciò chì u mo Figliolu vi dice è vulete di voi. Vulete avè ancu e cose basiche chì sò necessarie in a vita? Fate ciò chì u mo Figliolu vi dice è vulete di voi. In verità, e parolle di u mo Figliolu racchiu un tale putere chì, mentre ellu parla, a so parolla, chì cuntene tuttu ciò chì dumandate, face chì e grazie chì cercate sorgenu in e vostre ànime. — à la servante de Dieu Luisa Piccarreta, A Vergine Maria in u Regnu di a Divina VolontàIbid.

 

Reading Related

U Trionfu - Part IPart IIParte III

A Venuta Mediana

A Venuta Nuvità è Santità Divina 

Creazione Rinascita

 

Ascolta nantu à u seguitu:


 

 

Seguitate Mark è i "segni di i tempi" ogni ghjornu nantu à MeWe:


Seguitate i scritti di Mark quì:


Per viaghjà cun Mark in lu Avà Parolla,
cliccate nantu à u banner sottu per abbunà.
U vostru email ùn serà micca spartutu cù nimu.

 
Print Friendly, PDF è Email
Posted in Home, SPIRITUALITÀ, A VOLONTÀ DIVINA e nella , , , , , , , .