Allora, l'hai vistu troppu?

runiL'omu di i dulori, da Matthew Brooks

  

Publicatu per a prima volta u 18 d'ottobre di u 2007.

 

IN I mo viaghji in tuttu u Canada è i Stati Uniti, sò stati benedettu di passà u tempu cù alcuni preti assai belli è santi - omi chì si mettenu veramente a so vita per e so pecure. Tali sò i pastori chì Cristu cerca in questi ghjorni. Tali sò i pastori chì devenu avè stu core per guidà e so pecure in i ghjorni à vene ...

 

UNA VERO STORIA

Un tali prete hà cuntatu sta vera storia persunale annantu à un avvenimentu chì hè accadutu mentre era in seminariu... 

Duranti una messa fora, hà guardatu u prete durante a Cunsacrazione. À u so maravigghiusu, ùn vidia più u prete, ma piuttostu, Ghjesù in piazza à a so piazza! Pudia sente a voce di u prete, ma hà vistu u Cristu

L'esperienza di questu hè stata cusì profonda chì l'hà tenuta dentru, riflettendula per duie settimane. Infine, li tuccò à parlà. Andò in casa di u rettore è pichjò à a porta. Quandu u rettore rispose, fece un ochju à u seminariu è disse: "Allora, l'hai ancu vistu?

 

IN PERSONA CHRISTI

Avemu una parolla simplice ma prufonda in a Chjesa cattolica: in persona Christi - in a persona di Cristu. 

In u serviziu ecclesiale di u ministru urdinatu, hè Cristu stessu chì hè presente in a so Chjesa cum'è Capu di u so Corpu, Pastore di a so banda, suvranu sacrificadore di u sacrifiziu redentore, Maestru di a Verità. Sti servitori sò scelti è cunsacrati da u sacramentu di l'Ordine Santu da u quale u Spìritu Santu li permette di agisce in a persona di Cristu u capu per u serviziu di tutti i membri di a Chjesa. U ministru urdinatu hè, per dì, un "icona" di Cristu u prete. -Katechisimu di a Chjesa cattolica, n. 1548, 1142

U prete hè più cà un semplice rappresentante. Hè un veru simbulu vivu è cunduttu di Cristu. Per mezu di u vescu è di i so cumpagni - i preti in a so cura - u Populu di Diu cerca u pastore di Cristu. Fighjenu à elli per a guida, l'alimentu spirituale, è quellu putere chì Cristu hà cunferitu à elli per pardunà i peccati è rende u so corpu presente in u Sacrificiu di a Missa. imitazione di Cristu in u so prete. È chì hà fattu Cristu, u Pastore, per e so pecure?

Daraghju a mo vita pè e pecure. Ghjuvanni 10:15

 

U PASTORE CRUCIFICATU    

Mentre scrivu què, i visi di quelle centinaie di preti, vescovi è cardinali chì aghju scontru in i mo viaghji passanu davanti à i mo ochji. È mi dicu: "Quale sò eiu per scrive queste cose?" Chì cose?

Chì l'ora hè ghjunta per i preti è i vescovi di dà a so vita per e so pecure.  

Sta ora hè sempre stata cù a Chjesa. Ma in tempi di pace, hè statu più metaforicu - u martiriu "biancu" di a morte à sè stessu. Ma avà sò ghjunti i tempi quandu u cleru incorrerà un costu persunale più grande per esse un "Maestru di a Verità". A persecuzione. Prosecuzione. In certi lochi, martiriu. I ghjorni di cumprumissione sò passati. I ghjorni di scelta sò quì. Ciò chì hè custruitu nantu à a sabbia si sfracicerà.

Quelli chì sfidanu stu novu paganismu sò di fronte à una opzione difficiule. O si conformanu à sta filusufia o sò di fronte à a prospettiva di martiriu. — Fr. Ghjuvanni Hardon; Cumu esse un Cattolicu Leali Oghje? Per esse Leali à u Vescu di Roma; articulu da acustica.org

Cum'è un cummentatore prutestante l'hà dettu, "Quelli chì sceglienu esse maritati cù u spiritu di u mondu in questa età, seranu divorziati in a prossima."

Iè, se i preti anu da esse icone di u Gran Pastore, anu da imitellu: era ubbidiente è fideli à u Babbu finu à a fine. Per un prete, dunque, a lealtà à u Babbu Celestiale hè ancu espressa in a fideltà à u Babbu Santu, u Papa, chì hè u Vicariu di Cristu (è Cristu hè l'imaghjini di u Babbu.) Ma Cristu hà ancu amatu è sirvutu è si spende per e pecure in questa ubbidienza: hà amatu u so propiu "finu à a fine".[1]cf. Ghjuvanni 13:1 Ùn piaceva micca à l'omi, ma à Diu. È in piacè à Diu, hà servitu l'omi. 

Seraghju avà in favore di l'omi umani o di Diu? O cercu di fà piacè à a ghjente? Se stessi sempre circendu di fà piacè à a ghjente, ùn serebbe micca schiavu di Cristu. (Gal 1:10)

Ah! U grande velenu di i nostri ghjorni: u desideriu di fà piacè, d'esse piaciuti è appruvati da u nostru cumpagnu. Ùn hè micca questu l'idolu d'oru chì a Chjesa muderna hà erettu in u so core? Aghju spessu intesu dì chì a Chjesa pare più cum'è una ONG (urganizazione non-guvernamentale) chè un corpu misticu in questi ghjorni. Chì ci distingue da u mondu ? Ultimamente, micca assai. Oh, quantu avemu bisognu di santi viventi, micca di prugrammi ! 

Trà l'abusu chì venenu dopu à u Vaticanu II era in certi lochi a rimuzione da u santuariu di u simbulu di Ghjesù Crucificatu è a de-emphasis di u Sacrificiu di a Missa Iè, a crucifixion di Cristu hè diventata un scandalu. ancu à u so propiu. Avemu cacciatu a spada di u Spìritu - verità - è agitò in u so locu a piuma brillanti di "tolleranza". Ma cum'è aghju scrittu pocu tempu, avemu statu chjamatu U Bastione per preparà a battaglia. Quelli chì volenu brandisce a piuma di u cumprumessu seranu chjappi cun ella in i venti di l'ingannimentu, è purtati.

È u laicu? Ancu ellu face parte di u sacerdoziu reale di Cristu, quantunque in modu diversu da quelli unti cù u caratteru particulare di Cristu in l'Ordine Santu. Cum'è tale, u laicu hè chjamatu à stabilisce a so vita per l'altri in qualunque vocazione si trova. È ellu o ella deve ancu esse fideli à Cristu per esse ubbidienti à u pastore - u so prete, u vescu, è u Santu Babbu, malgradu i difetti è i difetti persunali. U costu di sta ubbidienza à Cristu hè ancu grande. Forse serà più, perchè spessu a famiglia di u laicu soffrerà cun ellu per u Vangelu.

Seguiraghju a vostra vuluntà in quantu mi permetterà di fà per mezu di u vostru rappresentante. O mio Ghjesù, aghju priurità à a voce di a Chjesa sopra à a voce cù quale mi parli. - Santa Faustina, Misericordia Divina in A Mi Anima, Diariu, 497

 

CUNTA U COST

Duvemu tutti cuntà u costu s'ellu ci vole à serve à Ghjesù fedelmente. Avemu da capisce ciò ch'ellu ci dumanda veramente, è poi decide solu se a faremu. Quantu pochi sceglienu strada stretta - è nantu à questu, u nostru Signore era assai smussatu:

Quellu chì vole salvà a so vita a perderà, ma quellu chì perde a so vita per mè a salverà. (Luke 9:24)

Ci dumanda per esse e so mani è i so pedi in u mondu. Esse cum'è e stelle chì brillanu sempre di più in u bughju crescente, tenendu fermu a verità.

[Ghjesù] hè alzatu è splendente trà e nazioni attraversu a vita di quelli chì campanu virtuosamente in osservanza di i cumandamenti. -Massimu u Cunfissore; Liturgia di l'Ore, Vol IV, p. 386  

Ma e so mani è i so pedi ùn eranu ancu inchjudati à un arburu? Iè, s'è vo vulete campà virtuosamente è lealmente i cumandamenti di Cristu, pudete aspittà per esse perseguitatu è ancu odiatu. In particulare s'è tù sì un prete. Questu hè u costu chì facemu oghje in gradu sempre più grande, micca perchè u standard di l'Evangelu hè statu elevatu (hè sempre statu listessu), ma perchè per campà in modu autenticu hè sempre più scontru cù ostilità.

In effetti tutti quelli chì volenu campà una vita divina in Cristu Ghjesù seranu perseguitati. (2 Tim 3:12)

Entremu più prufonda in u cunfrontu finale di u Vangelu è di l'anti-Vangelu. Ci hè qualcosa di un attaccu freneticu nantu à a Chjesa in questi ghjorni, una blasfemia senza limiti di tuttu ciò chì hè sacru è santu. Ma cum'è Cristu hè statu traditu da i soi, ancu noi duvemu aspettà chì alcune di e persecuzioni più feroci possinu vene inde e nostre pieve. Perchè parechje chjese oghje sò succumbuti à u spiritu di u mondu à un tale gradu chì quelli chì vivenu veramente a so fede diventanu seriamente un segnu di cuntradizzione.

Beati quelli chì sò perseguitati per via di a ghjustìzia, perchè u so hè u regnu di i celi. Beati sì quandu l'omi ti insultanu è ti perseguitanu è pronuncianu ogni tipu di male contru à voi falsamente per contu meu. Rallegratevi è rallegratevi, chì a vostra ricumpensa hè bella in celu ... (Matt 5: 10-12)

Leghjite questu torna una volta. Per a maggior parte di noi, a persecuzione vene in a forma di rigettu doloroso, segregazione, è forse ancu perdita di travagliu. Ma hè in questu martiriu di lealtà chì un gran testimone hè datu ... Hè tandu chì Ghjesù brilla per noi perchè u soiu ùn blocca più a Luce di Cristu. Hè in questu momentu chì ognunu di noi hè un altru Cristu, agisce in persona Christi.

È in stu sacrificiu di sè stessu, forse altri guarderanu in daretu à u nostru tistimunianza in quale Cristu brillava è dicenu à l'altru: "Cusì, l'avete vistu ancu ellu?

 

Publicatu per a prima volta u 18 d'ottobre di u 2007.

  

U vostru sustegnu hè necessariu per stu ministeru à tempu pienu.
Vi benedica, è ti ringraziu.

 

Viaghjà cun Mark in u lu Avà Parolla,
cliccate nantu à u banner sottu per abbunà.
U vostru email ùn serà micca spartutu cù nimu.

NowWord Banner

 

Footnotes

Footnotes
1 cf. Ghjuvanni 13:1
Posted in Home, FEDE È MORALE, A VERITÀ DURA.

Comments sò chjusi.