Un tempo di guerra

 

C'è un tempo fissato per tutto,
e un tempo per ogni cosa sotto i cieli.
Un tempo per nascere e un tempo per morire;
un tempo per piantare e un tempo per sradicare la pianta.
Un tempo per uccidere e un tempo per guarire;
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere;
un tempo per piangere e un tempo per ballare...
Un tempo per amare e un tempo per odiare;
un tempo di guerra e un tempo di pace.

(Prima lettura di oggi)

 

IT Può sembrare che l'autore dell'Ecclesiaste stia dicendo che l'abbattimento, l'uccisione, la guerra, la morte e il lutto sono momenti semplicemente inevitabili, se non “delegati” nel corso della storia. Piuttosto, ciò che viene descritto in questo famoso poema biblico è lo stato dell'uomo caduto e l'inevitabilità di raccogliendo ciò che è stato seminato. 

Non lasciarti ingannare; Dio non viene deriso, perché qualunque cosa un uomo semina, la raccoglierà anche lui. (Galati 6: 7)Continua a leggere

Il grande intreccio

 

QUESTO la scorsa settimana, una "parola ora" del 2006 è stata in prima linea nella mia mente. È l'unione di molti sistemi globali in un nuovo ordine straordinariamente potente. È ciò che San Giovanni chiamava una “bestia”. Di questo sistema globale, che cerca di controllare ogni aspetto della vita delle persone - il loro commercio, i loro movimenti, la loro salute, ecc. - San Giovanni sente le persone gridare nella sua visione...Continua a leggere

Chi è il vero papa?

 

CHI è il vero papa?

Se potessi leggere la mia casella di posta, vedresti che c'è meno accordo su questo argomento di quanto pensi. E questa divergenza è stata resa ancora più forte di recente con l'an editoriale in una grande pubblicazione cattolica. Propone una teoria che sta guadagnando terreno, mentre flirta con scisma...Continua a leggere

L'autentico cristiano

 

Oggigiorno si dice spesso che il secolo attuale ha sete di autenticità.
Soprattutto per quanto riguarda i giovani, si dice
hanno orrore dell'artificiale o del falso
e che cercano soprattutto la verità e l'onestà.

Questi “segni dei tempi” dovrebbero trovarci vigili.
O tacitamente o ad alta voce, ma sempre con forza, ci viene chiesto:
Credi davvero a quello che stai proclamando?
Vivi ciò in cui credi?
Predichi davvero ciò che vivi?
La testimonianza di vita è diventata più che mai una condizione essenziale
per una reale efficacia nella predicazione.
Proprio per questo siamo, in una certa misura,
responsabile del cammino del Vangelo che annunziamo.

—POPE ST. PAOLO VI, Evangelii nuntiandi, nf. 76

 

OGGI, c'è così tanto fango verso la gerarchia per quanto riguarda lo stato della Chiesa. A dire il vero, hanno una grande responsabilità e responsabilità nei confronti del loro gregge e molti di noi sono frustrati dal loro schiacciante silenzio, se non cooperazione, di fronte a questo rivoluzione globale senza Dio all'insegna del "Great Reset ". Ma questa non è la prima volta nella storia della salvezza che il gregge è stato tutto tranne abbandonato — questa volta, ai lupi di “progressività" e "correttezza politica”. È proprio in questi tempi, però, che Dio guarda ai laici, per suscitare in loro santi che diventano come stelle splendenti nelle notti più buie. Quando la gente vuole frustare il clero in questi giorni, io rispondo: “Ebbene, Dio guarda a te e me. Allora andiamocene!”Continua a leggere

Difendere Gesù Cristo

La negazione di Peter di Michael D. O'Brien

 

Anni fa, al culmine del suo ministero di predicazione e prima di lasciare gli occhi del pubblico, p. John Corapi è venuto a una conferenza a cui stavo partecipando. Con la sua voce profonda e gutturale, salì sul palco, guardò la folla intenta con una smorfia ed esclamò: “Sono arrabbiato. Sono arrabbiato con te. Sono arrabbiato con me". Ha poi proseguito spiegando con la consueta audacia che la sua giusta ira era dovuta a una Chiesa seduta con le mani in mano di fronte a un mondo bisognoso del Vangelo.

Con ciò, ripubblico questo articolo dal 31 ottobre 2019. L'ho aggiornato con una sezione chiamata "Globalism Spark".

Continua a leggere

Gesù sta arrivando!

 

Pubblicato per la prima volta il 6 dicembre 2019.

 

VOGLIO per dirlo nel modo più chiaro, forte e audace che posso: Gesù sta arrivando! Pensavi che Papa Giovanni Paolo II fosse solo poetico quando ha detto:Continua a leggere

"Ti amo" della creazione

 

 

"DOVE è Dio? Perché è così silenzioso? Dov'è?" Quasi ogni persona, a un certo punto della propria vita, pronuncia queste parole. Nella nostra vita spirituale ci comportiamo più spesso nella sofferenza, nella malattia, nella solitudine, nelle prove intense e, probabilmente, più frequentemente, nell'aridità. Tuttavia, dobbiamo davvero rispondere a queste domande con un'onesta domanda retorica: "Dove può andare Dio?" È sempre presente, sempre lì, sempre con e tra noi, anche se il senso della sua presenza è intangibile. In un certo senso, Dio è semplicemente e quasi sempre sotto mentite spoglie.Continua a leggere

La notte scura


Santa Teresa di Gesù Bambino

 

TU la conosco per le sue rose e per la semplicità della sua spiritualità. Ma meno la conoscono per l'oscurità totale in cui è entrata prima di morire. Soffre di tubercolosi, santa Teresa di Lisieux ha ammesso che, se non avesse avuto fede, si sarebbe suicidata. Ha detto alla sua infermiera al capezzale:

Sono sorpreso che non ci siano più suicidi tra gli atei. —Come riportato da suor Marie della Trinità; CatholicHousehold.com

Continua a leggere